PERCHE’ L’OSTEOPATIA NEONATALE

“PER AIUTARE IL TUO BAMBINO A MIGLIORARE O RISOLVERE QUEI PROBLEMI CHE POSSONO DERIVARE DA UNA GRAVIDANZA IMPEGNATIVA, DA UN PARTO DIFFICILE O PROLUNGATO O DA SCORRETTE POSIZIONI CHE TENEVA IN UTERO”.

Mi spiego meglio:

Il tuo bambino ha difficoltà a ruotare la testa da un lato?

Hai notato una certa asimmetria del cranio o del viso?

E’ irritabile?

Ha coliche, rigurgiti o reflusso?

Non sempre è dovuto al caso o, come qualcuno dice, “è nato cosi!”.

Utilizzando manovre molto specifiche e molto precise e con pressioni leggerissime, l’osteopata va a ristabilire il buon funzionamento di quei sistemi e di quelle parti del corpo che durante il parto o la gestazione appunto (in seguito anche a posizioni “scomode” del pargolo in pancia), hanno subìto un trauma o semplicemente una eccessiva sollecitazione.

E’ veramente importante accertarsi che il “nuovo arrivato” abbia tutte le possibilità per crescere nel migliore dei modi. Basti pensare che in diversi paesi è ormai consuetudine abbinare la visita Pediatrica alla visita Osteopatica.

INDICAZIONI AL TRATTAMENTO OSTEOPATICO

Sistema muscolo-scheletrico:

  • Cranio asimmetrico (plagiocefalia)
  • Deviazioni della colonna vertebrale
  • Torcicollo congenito
  • Piedini torti – piatti – in fuori – in dentro

Sistema viscerale:

  • Rigurgito – coliche gassose – stitichezza

PERCHE’ L’OSTEOPATIA PEDIATRICA

In età pediatrica possono insorgere o risultare più evidenti problemi di tipo strutturale come la scoliosi, il varismo o il valgismo delle ginocchia, di tipo immunitario come le allergie, le sinusiti o le riniti, di tipo viscerale come problemi digestivi o intestinali.

Diventa utile anzi direi NECESSARIO e INDISPENSABILE lavorare manualmente sulla struttura muscolo-scheletrica e viscerale del bimbo per dare le “giuste” informazioni al corpo affinché possa crescere nel migliore dei modi, evitando così di ritrovarsi a fine crescita con asimmetrie e problemi divenuti irrisolvibili.